La geotermia Futura residenziale – il caldo – il freddo – l’aria

L’edificio, composto di 5 unità immobiliari, è servito da un impianto centralizzato in pompa di calore geotermica per la climatizzazione invernale ed estiva e la produzione di acqua calda sanitaria. L’impianto geotermico utilizza il terreno come sorgente termica rinnovabile. Attraverso sonde verticali di profondità 120 m installate all’interno di 5 pozzi, si realizza un circuito chiuso con un fluido vettore che preleva il calore del terreno.

 

La pompa di calore geotermica è una macchina in grado di trasferire questo calore da una sorgente a temperatura più bassa (terreno) ad una  temperatura più alta (edificio): per compiere questo lavoro viene utilizzata l’energia elettrica, con una produzione di calore molto maggiore rispetto all’energia consumata (sistema ad alto rendimento).

La pompa di calore geotermica utilizza l’energia elettrica prodotta dall’impianto fotovoltaico installato sulla copertura dell’edificio (potenza 8 kW). Questo sistema permetterà di avere per ogni singola unità abitativa consumi molto ridotti.

 

 

 

 

 

Ogni appartamento è dotato di sistema di contabilizzazione per i consumi relativi all’impianto centralizzato (fabbisogno di climatizzazione invernale, estiva, acqua fredda e calda sanitaria). Facilità di utilizzo, massima indipendenza, spese gestionali ridotte.

 

 

 

 

La climatizzazione invernale ed estiva è ottenuta mediante impianto a pavimento radiante, con termoregolazione dedicata per ogni singolo ambiente.

Ogni appartamento inoltre dispone di impianto autonomo di ventilazione meccanica controllata per il corretto ricambio d’aria e la deumidificazione e l’integrazione termica in fase estiva.

 

Futura Residenziale…. Massima efficenza… Minimi consumi